[ ↓ skip to navigation ↓ ]

Pesce e alimentazione del tuo gatto

I tuoi genitori te l'hanno probabilmente detto innumerevoli volte: il pesce fa bene. Ma è una buona idea dare da mangiare del pesce al tuo gatto? Beh, ricerche recenti lo confermano. Questa è una buona notizia per i gatti, visto che la maggior parte dei felini adora il gusto del pesce.

Il pesce è tutto uguale?

Potresti pensare che sarebbe meglio preparare una sogliola al vapore, o marinata nel latte. Ma se vuoi che il tuo gatto tragga il massimo beneficio nutritivo dal pesce, leggi quanto segue...

Come qualunque altro ingrediente, il pesce dovrebbe costituire parte di una dieta equilibrata. Vi sono prove sempre più convincenti che alcuni componenti nutritivi del pesce sono particolarmente utili alla salute.

Innanzitutto, il pesce è un'ottima fonte di proteine, sia che si tratti di un gatto, o che si tratti del proprietario di un gatto. Questo significa che mangiare pesce fornisce molte proteine di cui il tuo gatto ha bisogno. Contiene gli aminoacidi giusti - sono componenti delle proteine - e nelle proporzioni adeguate ai nostri bisogni.

L'aspetto negativo è che il pesce può distruggere alcune vitamine. Perciò, dare da mangiare del pesce al tuo gatto deve essere fatto con una certa accortezza, se si vuole ottenere il massimo beneficio nutrizionale. Un' altra preoccupazione per i proprietari di gatti è l'odore sgradevole che caratterizza il cibo contenente molto pesce.

Tecnologia

Fortunatamente la tecnologia può venire in aiuto per risolvere questo problema. Estraendo i principi nutrizionali dal pesce e aggiungendoli  in altri tipi di cibo,  il tuo gatto potrá continuare a mangiare il suo cibo preferito a base di pollo, carne o agnello, senza rinunciare ai benefici nutritivi del pesce.

E' facile intuire che il pesce bianco, come la sogliola e il merluzzo, è diverso, dal punto di vista nutrizionale, dal pesce azzurro, come il tonno o lo sgombro. Infatti, se dovessimo estrarre solo un principio nutritivo contenuto nel pesce, dovremmo prendere l'olio.

Potresti essere tentato di dare da mangiare al tuo gatto del pesce bianco, ma questo non contiene gli olii migliori, perciò la scelta milgiore è il pesce azzurro.

L'opzione sana

Gli studi che gli scienziati stanno pubblicando sugli effetti benefici degli olii di pesce sono sorprendenti. Vuoi che il tuo gatto abbia una buona vista? Prova gli olii di pesce. Il tuo gatto anziano sta diventando un po' rigido? Prova gli olii di pesce. Vuoi che il tuo gatto diventi più intelligente? Prova gli olii di pesce.

Il chirurgo veterinario Libby Sheridan della Hill's Pet Nutrition spiega: "C'è un olio di pesce particolare chiamato DHA, un acido grasso omega 3, che sappiamo essere coinvolto nello sviluppo neuronale - cioè nello sviluppo del cervello e delle sue connessioni. Sebbene parte di questo sviluppo avvenga quando il cucciolo è ancora nel grembo materno, è indubbio che alcuni cambiamenti avvengono anche dopo la nascita.

Questo avviene perchè il cervello deve rimanere 'plastico' per tutto il tempo in cui l'animale assimila informazioni dall'ambiente vedendo, sentendo, toccando e facendo esperienza di una vasta gamma di cose nuove. Ora diamo a tutti i nostri cuccioli del DHA, il fattore nutritivo che aiuta ad incrementare lo sviluppo ancora in corso. Tutti possono avere un gatto più sveglio e adattabile, nutrendolo correttamente nei primi mesi di vita."

Una questione di equilibrio

Nel corpo ha luogo un processo di equilibrazione di questi tipi speciali di acidi grassi. Ve ne sono di due tipi: omega 6 e omega 3.

Forme utili di omega 3 si trovano in alcuni olii vegetali, come i semi di lino, e nel pesce, specialmente il pesce azzurro. Ciascuno di questi gruppi controlla gli effetti dell'altro. Perciò, somministrando una maggior quantità dell'uno o dell'altro si osservano effetti diversi. Si pensa che una dieta ricca di grassi animali produca una maggior quantità di omega 6 rispetto all'omega 3, e che vi sia l'opportunitá per gli animali (e forse anche per gli umani) di mangiare molto più omega 3 restando sani.

Alcune note di cautela, comunque: non somministrare quantità eccessive di pesce azzurro al tuo gatto. Una quantità troppo elevata di qualsiasi fattore nutritivo può minare l'equilibrio del corpo e causare problemi. Prima di somministrare al tuo gatto una dieta, consulta il veterinario, specialmente se il gatto è malato. Nella maggior parte dei casi vi sarà un integratore formulato correttamente che il veterinario potrá prescrivere, oppure una dieta appositamente formulata per soddisfare gli specifici bisogni nutritivi e clinici del tuo gatto. Per i proprietari di gatti sani, Libby Sheridan ha dei buoni consigli: "Quando comprate del cibo per gatti, non fatevi distrarre troppo dall'etichetta.

Scegliete il cibo che sull'etichetta riporta che sono stati aggiunti degli olii di pesci: siamo così convinti dai risultati della nostra ricerca che abbiamo deciso di integrare con olio di pesce tutte le nostre diete per felini. Comprate sempre del cibo di una marca conosciuta, se sapete che è stato integrato con gli olii giusti, del tipo giusto di pesce pescato in acque pulite e non inquinate." Proprio come ti ha giá detto la mamma: il pesce è una scelta sana!

[ ↑ skip to content ↑ ]