[ ↓ skip to navigation ↓ ]

Come fare la toletta e il bagno al tuo gatto

Se hai un gatto sai bene quanto sia meticoloso nell’igiene personale. Molti gatti trascorrono gran parte della giornata a pulirsi ma a volte possono aver bisogno di un aiuto – ad esempio quando hanno delle ferite o se il loro pelo è annodato. Per questo dovrai abituare il tuo gatto, prima possibile, ad essere preso e lavato (prima inizi, più facile sarà farlo nel corso della sua vita).

  1. E’ meglio lavare il tuo gatto quando è stanco o rilassato. Se non gli piace essere pulito, inizia a farlo a piccole dosi ma tutti i giorni e vedrai che presto diventerà più tollerante. Coccolalo molto dopo ogni lavaggio – potrà così associare la pulizia ad un momento speciale.
  2. Se hai un gatto a pelo lungo, usa un pettine per pulirgli il pelo. Inizia con i suoi punti preferiti (normalmente il mento e la testa) per passare poi ad altre parti. Se trovi delle zone di pelo arruffate, potresti doverle tagliare utilizzando delle forbici a punta tonda.
  3. Se hai un gatto a pelo corto, usa una spazzola di gomma per pulirlo. Ricordati di bagnare o inumidire la spazzola prima di iniziare in modo che catturi il pelo senza farlo volar via.
  4. Se il tuo gatto ha bisgono di un bagno, assicurati di utilizzare uno shampoo adatto a lui. Chiudi tutte le finestre e le porte e fai in modo che la la temperatura dell’ambiente sia confortevole.
  5. Se il tuo gatto è impaurito o sopraffatto dalle dimensioni della vasca, prova ad usare una bacinella o il lavandino. 10 cm di acqua tiepida sono più che sufficienti – praticamente poco sopra le sue zampe.
  6. Per prima cosa prima di fargli il bagno, pulisci le orecchie del tuo gatto con un cotton fioc inumidito con acqua tiepida. Pulisci solo la parte esterna e visibile delle orecchie senza mai entrare nel canale uditivo.
  7. Poi sempre prima di fargli il bagno, pettina o spazzola il tuo gatto – questo aiuterà a diminuire la quantità di peli nell’acqua.
  8. Indossa un paio di guanti di gomma, prendi il tuo gatto dalla collottola e immergilo delicatamente nell’acqua tiepida.
  9. Bagna la schiena, la pancia e le zampe del tuo gatto. Potresti anche usare una piccola tazza di plastica o una caraffa. (Stai attento perchè molti gatti si spaventano se provi a bagnarli direttamente con il getto della doccia.)
  10. Versa lo shampoo per animali nelle tue mani e massaggialo delicatamente sul tuo gatto. Distribuisci lo shampoo uniformemente prima di risciacqualo ma non applicarne troppo altrimenti sarà più difficile risciaquarlo. Lo shampoo è formulato per non irritare gli occhi e le orecchie ma cerca di evitare comunque il contatto con queste zone.
  11. Dopo averlo risciacquato, assicurati di avere un asciugamano tiepido per asciugarlo. Se il tuo gatto non ha paura dei rumori, puoi asciugarlo con il phon. O, semplicemente, fallo rannicchiare nell’asciugamano.
  12. Non ti sorprendere se, subito dopo averlo lavato, inizierà di nuovo a pulirsi da solo. E’ il suo modo di sistemarsi il pelo come più gli piace.

Ricordati di non lavare il tuo gatto troppo spesso perchè potresti alterare il suo livello naturale di olii nella pelle e nel pelo – ma un bagno ogni tanto gli fa bene, ad esempio se si è rotolato in un luogo sporco e non riesce a lavarsi da solo.

[ ↑ skip to content ↑ ]