[ ↓ skip to navigation ↓ ]

In viaggio con il tuo gatto

La maggior parte dei gatti non ama viaggiare - essi sono fortemente legati al loro territorio e si sentono molto vulnerabili al di fuori di esso. Far parte di un gruppo di viaggiatori e poter esplorare luoghi sconosciuti non eccita quasi mai un gatto, mentre normalmente entusiasma i cani.

Se comunque decidi di viaggiare con il tuo gatto in treno, in macchina o in aereo, innanzitutto assicurati che stia comodo e al sicuro nella sua gabbietta, all'interno della quale resterà fino alla fine del viaggio e fino a quando non si adatterà al nuovo territorio. Sicuramente alcuni gatti abituati a viaggiare frequentemente con i loro proprietari in genere non mostrano segni di panico e non cercano di scappare quando si trovano in un nuovo ambiente. Raramente, però, si riesce ad abituare i gatti a viaggiare.

Viaggiare in macchina

Può essere veramente pericoloso lasciare un gatto libero in macchina - non solamente perchè potrebbe causare un incidente distraendo chi guida, ma anche perchè potrebbe scappare e perdersi nel caso vengano lasciati accidentalmente aperti finestrini e portiere.

Meglio comprare una gabbietta da viaggio resistente e facile da pulire: il gatto infatti potrebbe dover fare i sui bisogni o provare nausea durante il viaggio. Prendi anche in considerazione le condizioni climatiche, sia durante il viaggio, sia nel luogo dove ti stai recando. Se fa molto caldo scegli una gabbietta che permetta una buona aerazione - se invece fa freddo scegline una che mantenga il calore senza spifferi, assicurandosi comunque che ci sia un buon passaggio d'aria.

Sistema la gabbietta in un posto sicuro in modo che nessuna frenata improvvisa la sposti dalla posizione. D'altra parte non è consigliabile porla nel bagagliaio insieme ad altri oggetti e valigie dove potrebbe essere insufficiente l'aria a disposizione. Puoi sistemare la gabbietta dietro uno dei sedili frontali o usare la cintura di sicurezza per fissarla bene al sedile.

Cos'è tutto questo rumore?

Il gatto potrebbe miagolare all'inizio o addiritura per tutto il viaggio - parlagli dolcemente e rassicuralo, ma evita di farlo uscire dalla sua gabbietta. I miagolii probabilmente saranno fastidiosi, ma puoi stare tranquillo che il gatto non sta soffrendo, sta soltanto cercando di dirti che non ama viaggiare. Probilmente il movimento continuo e il rumore della macchina lo indurranno a dormire o almeno lo tranquilizzeranno.

Controlla il gatto regolarmente, soprattutto se fa caldo - non sottovalutare quanto rapidamente la temperatura possa aumentare all'interno della macchina - e ricordatene se ti fermi per rinfrescarti e lasci il gatto in macchina. Parcheggia all'ombra e lascia i finestrini aperti - se fa veramente caldo sarebbe consigliabile non lasciarlo mai da solo e controllare spesso che non abbia un colpo di calore - potrebbe essergli fatale.

Viaggiare in treno

Naturalmente se stai viaggiando in treno avrai bisogno di una gabbietta molto sicura dalla quale sia impossibile che scappi, ma che sia anche leggera da trasportare. Meglio che abbia una base solida in modo tale che in caso di bisogni non sporchi la carrozza del treno. Foderala con carta o materiale assorbente e porta anche una copertina di scorta. E' probabile che tu possa tenere il gatto nella sua gabbietta sulle ginocchia, se c'è spazio sufficiente nel treno.

Viaggio in aereo

Se devi viaggiare in aereo con il tuo gatto, dovresti pianificare tutto molto tempo prima. La scelta della compagnia aerea e il modo in cui faranno viaggiare il tuo gatto potrebbero influenzare la scelta. La maggior parte delle compagnie aeree non permette ai gatti di viaggiare con i propri proprietari, ma devono viaggiare in uno spazio speciale della stiva che è riscaldato e pressurizzato. La maggior parte dei gatti viaggia tranquillamente, ma è sconsigliabile far viaggiare una gatta incinta o dei cuccioli di età inferiore ai tre mesi. Tieni conto che non in tutti i voli è permesso il trasporto di animali, quindi il gatto potrebbe viaggiare in un volo diverso dal tuo.

Se è possibile, organizza un volo diretto in modo tale da evitare che il gatto sia ulteriormente stressato durante lo scalo e prevenire alcuni problemi associati al tempo di attesa in un paese molto caldo o molto freddo. La International Air Transport Association Standards (Compagnia Internazionale dei Trasporti Aerei) prevede che la gabbietta debba essere abbastanza larga da permettere al gatto di stare in piedi e di potersi girare con facilità – ma è consigliabile contattare sempre prima la compagnia aerea.

Arrivo a destinazione

Quando arrivi, metti il gatto in una camera e accertati che sia sicura, comoda e che non possa scappare. Dagli acqua e un po' di cibo, anche se non dimostrerà interesse fin quando non si sarà ambientato. Non lasciare che esca per almeno una settimana e rendilo identificabile nel caso si perdesse. Sarebbe consigliabile non dargli da mangiare per almeno 12 ore così il gatto, affamato, sarà portato naturalmente a ritornare per il pasto regolare. Lasciagli esplorare gradualmente il nuovo ambiente e usa il cibo per rassicurarti che non vada troppo lontano e che torni per i pasti regolari.

Uso della gabbietta

I gatti normalmente associano la gabbietta alla visita dal veterinario, quindi non sono molto desiderosi di entrarci! Fai in modo che il gatto si abitui alla gabbietta o alla cesta da viaggio molto prima di partire.
Fa' in modo che sia un posto piacevole - dagli i croccantini quando si trova all'interno e fagli trovare una cuccia accogliente con una coperta con un odore familiare. Lascia la porticina aperta e incoraggia il gatto ad entrare ed uscire e a dormirci dentro. Poi, quando tornerà dal viaggio, il gatto avrà subito familiarità con il suo diretto ambiente.

Se hai più di un gatto sarà meglio metterli in gabbiette separate affinchè abbiano più aria, più spazio e meno possibilità di accaldarsi. Anche il migliore dei tuoi amici può stressarsi durante un viaggio e comportarsi in modo insolito e agitato nei tuoi confronti; le gabbiette separate prevengono ogni litigio. Potrebbero confortarsi se riescono a vedersi o a sentirsi.

Non dare da mangiare al gatto nelle quattro o cinque ore antecedenti al viaggio, nel caso si sentisse male viaggiando. Dagli dell’acqua al momento della partenza e, se possibile, anche durante il viaggio. Puoi acquistare delle ciotole da appendere alla gabbietta, sono pratiche e facili da riempire così non dovrai versare l'acqua durante il tragitto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[ ↑ skip to content ↑ ]