[ ↓ skip to navigation ↓ ]

Tutto ciò che volevate sapere sulla sterilizzazione

Fate un vero favore al vostro gatto.Kitten Spaying - Hill's Pet

A meno che non abbiate intenzione di allevare la prole del vostro gattino, la sterilizzazione (per le femmine) e la castrazione (per i maschi) sono davvero la cosa migliore che possiate fare per aiutarlo a vivere al meglio. Perché? Perché non soltanto eviterete la seccatura di gravidanze indesiderate nelle gatte, ma impedirete anche l'instaurarsi nel gatto maschio di comportamenti sessuali spiacevoli come spruzzare urina in giro e miagolare eccessivamente. Inoltre si elimina lo stimolo a vagabondare fuori casa per accoppiarsi, quindi il vostro gatto sarà più leale e affezionato e sarà meno probabile che si smarrisca. Anche il rischio di incidenti stradali e lotte con altri gatti viene ridotto.

La sterilizzazione ha anche dei vantaggi sul piano della salute, perché la conseguente riduzione di ormoni può proteggere il gatto da malattie quali infezioni uterine e cancro. I gatti sterilizzati tendono inoltre a vivere più a lungo.

Nella maggioranza dei casi, il veterinario raccomanda di eseguire questo intervento tra i quattro e i sei mesi d'età e sarà lieto di spiegarvi tutto quanto nel dettaglio.

 

Cosa aspettarsi

Si tratta di un intervento semplice, che il veterinario avrà già eseguito decine di volte nella sua carriera. È naturale sentirsi un po' in ansia e magari anche in colpa, ma sappiate che state davvero facendo la cosa migliore per il vostro gatto.

Il veterinario vi dirà probabilmente di tenere il gatto a digiuno sin dalla sera prima dell'intervento, perché quest'ultimo richiede un'anestesia generale. Chiamatelo comunque per sapere come prepararvi al grande giorno.

Prima di effettuare l'operazione, il veterinario raserà una piccola area di pelo, quindi non spaventatevi nel vedere questa zona "nuda" dopo che avrà finito. La procedura è semplice sia che si tratti di castrare un maschio (rimozione dei testicoli) o di sterilizzare una femmina (rimozione di utero e ovaie) e comporta solo una piccola incisione. Quindi non preoccupatevi: le complicazioni sono un evento molto raro.

C'è di buono che di norma sarete in grado di riportare il gatto a casa quello stesso giorno. Ricordatevi che è normale che il gatto dorma moltissimo nelle ore immediatamente successive, mentre il suo organismo smaltisce l'anestetico. Probabilmente già dal giorno dopo tornerà a essere vivace come sempre, ma cercate ugualmente di tenerlo relativamente a riposo per un paio di giorni in modo che possa guarire meglio. I punti di sutura (necessari per le femmine ma non sempre per i maschi) verranno rimossi dopo circa 7-10 giorni.

 

Cosa succede dopo

Il cambiamento nell'equilibrio ormonale dopo l'intervento farà rallentare un po' il suo metabolismo, rendendo il gatto o la gatta più inclini ad aumentare di peso. Ma questo non deve necessariamente accadere: basta che facciate attenzione alla qualità e alla quantità del cibo. Inoltre è probabile l'insorgenza di problemi urinari, comuni a tutti i gatti ma in particolar modo dopo la sterilizzazione. Valuterete voi se passare a un tipo di alimentazione specificamente formulata per i gatti sterilizzati una volta eseguito l'intervento, come Hill's Science Plan Sterilised Cat. Si tratta di un alimento che contiene il corretto apporto energetico, il miglior equilibrio di vitamine e minerali e la quantità di sale più sicura e sana, contribuendo a prevenire l'insorgenza di problemi. Rivolgetevi pure al veterinario in caso di dubbi o perplessità riguardo l'alimentazione più giusta per il vostro gatto in seguito all'intervento.

[ ↑ skip to content ↑ ]