[ ↓ skip to navigation ↓ ]

Gravidanza nei cani

Se non hai in programma di far cucciolare la tua cagnetta, allora la miglior cosa è sterilizzarla. Se invece prendi la grande decisione di farle avere dei cuccioli stai iniziando una grande avventura - qui ci sono dei sintomi che indicano la gravidanza nei cani. Le mammelle della tua cagnetta diventeranno più gonfie e più prominenti a 25-30 giorni dalla gravidanza. Inizierà a produrre anche delle secrezioni a circa un mese dall'accoppiamento. Normalmente si nota un gonfiore della pancia e la cagnetta prenderà peso 45-50 giorni dopo il concepimento. Alcuni cani dimostrano inoltre perdita di appetito o sintomi di depressione durante la gestazione ( gravidanza).

Un giro dal veterinario

Se pensi che la tua cagnetta sia incinta dovrai portarla dal veterinario. Questo sia per confermare la gravidanza, sia per evitare alcune complicazioni che potrebbero verificarsi più tardi. Il tuo veterinario userà numerosi metodi per determinare la gravidanza della tua cagnetta. Dopo 21-25 giorni il tuo veterinario può utilizzare un test di relaxin, un ormone prodotto solo da cani in gravidanza. Questo metodo confermerà la gravidanza ma non il numero di cuccioli.  Toccando l'addome della vostra cagnetta dopo 21 giorni, il  veterinario potrà sentire la densità dell'utero e la presenza di "protuberanze" che indicano la gravidanza. 

Vari elementi possono però interferire con questo metodo ed impedire al veterinario una corretta diagnosi : un sovrappeso del cane, un singolo cucciolo o semplicemente il nervosismo della cagnetta. Un' ecografia o un semplice stetoscopio possono rilevare il battito dei cuccioli dopo venticinque giorni ma probabilmente non saranno in grado i distinguere i battiti individuali e ciò rende questi metodi inadatti alla verifica del  numero dei cuccioli. Un test comune di gravidanza si realizza con gli ultrasuoni.

Questo test non è invasivo, è affidabile e può individuare i cuccioli dopo circa 28 giorni. Il miglior metodo per contare i cuccioli è con i raggi-x, che possono rilevare gli scheletri dopo 49 giorni. Alcuni veterinari sconsigliano i raggi-x al fine di evitare ai cuccioli l'esposizione alle radiazioni.

Preparare una nuova lettiera

Nei mesi precedenti alla nascita non ci sono molte cose da fare per la futura mamma a parte assicurarsi che continui a nutrirsi con una dieta buona e salutare. Bisogna tenerla in esercizio affinché sia in forma per quello che potrebbe essere un lungo parto.  Nei giorni che precedono il parto la tua cagnetta probabilmente inizierà a essere inquieta e a graffiare a terra o nella sua cuccia. Sta cercando di creare un giaciglio per il parto.

Potresti prepararle un luogo chiuso, l'ideale potrebbe  essere un posto dove possa entrare ed uscire facilmente, ma che racchiuda i cuccioli. Una scatola di cartone delle dimensioni appropriate al tuo cane potrebbe essere la soluzione, in alternativa potresti prendere in considerazione una carrozzina per bambini. Riempi il "nido" con asciugamani, coperte o lenzuoli.

Non usare niente che vorresti continuare ad usare. Se vuoi conoscere il giorno della nascita il tuo veterinario potrebbe essere in grado di calcolarlo. Un altro metodo è di controllare la temperatura quando pensi che si avvicini al parto. La temperatura di un cane è di circa 38.4 gradi. La sua temperatura dovrebbe scendere ai 37.8 gradi proprio prima del parto.  La tua cagnetta sta andando in travaglio? I segni di un parto imminente sono irrequietezza, frequente bisogno di urinare, scavare e raschiare il "nido".

 Di solito la madre perderà delle secrezioni scure dalla vagina. Questo significa che la placenta si è staccata e la cagnetta sta realmente preparandosi al parto. Se la secrezione compare e dopo qualche ora il tuo cane non ha ancora dato alla luce i cuccioli, contatta il veterinario per un aiuto. Una mamma cane normalmente si occupa del parto da sola. Partorisce i cuccioli, li libera dal liquido amniotico, morde il cordone ombelicale e inizia a pulirli.

Una mano per aiutare

Talvolta sembra che la mamma non sappia come comportarsi, può darsi sia esausta o in prossimità di partorire un altro cucciolo.In quei casi ci sono un po' di cose che si possono fare. Se il cucciolo non è ancora uscito, rimuoverlo dalla membrana. Se devi tagliare il cordone ombelicale, prendi un pezzo di filo grosso e stringilo forte intorno al cordone lontano circa un pollice dal corpo del cucciolo. Stringi un altro anello un po' più lontano dal primo taglio e poi taglia il cordone con un paio di forbici pulite.  Pizzica la pelle dietro il collo del cucciolo per farlo urlare, il grido lo pulirà dal liquido presente nei polmoni.

Se hai una piccola pipetta per collirio puoi usarla per risucchiare delicatamente il liquido dal naso del cucciolo.  Quando il parto è terminato incoraggia la madre ad uscire per sgranchirsi i muscoli e per riaversi. Pulisci gli asciugamani e i lenzuoli e rimpiazzali con altri nuovi. Poi lascia la nuova madre  sola con i suoi cuccioli da accudire. Congratulazioni per il buon parto.

[ ↑ skip to content ↑ ]