Feci del gatto: guida pratica

Pubblicato da
min tempo di lettura

Tra le attività di chi possiede un gatto, pulire la lettiera potrebbe non essere una delle tue preferite (se invece lo è faccelo sapere, qui ne abbiamo un bel po'!). Ma controllare le sue feci per accertarti che forma e colore siano normali è uno dei modi per individuare possibili problemi di salute.

La maggior parte dei gatti fa la cacca almeno una volta al giorno, e le feci sono un ottimo indicatore delle loro condizioni di salute. Possono aiutarti a comprendere se il tuo gatto è soggetto a stress o ha una malattia sottostante, o se l'alimento per gatti che gli somministri non è adatto nel suo caso.

Imparando a conoscere l'aspetto di una "cacca normale", avrai gli strumenti per comprendere quando qualcosa non va. Naturalmente, molti di noi proprietari di animali non hanno lettiere e praticamente non vedono mai le feci dei gatti perché fanno i bisogni fuori casa. In tal caso, puoi comunque prestare attenzione a cambiamenti nella frequenza con cui esce di casa o se noti feci molli o liquide intorno al sedere. Se sospetti un problema, puoi mettergli a disposizione una lettiera e scoprirlo di persona.

Differenza tra feci sane e anomale: a cosa prestare attenzione

Le feci sane sono generalmente malleabili (come la plastilina, non troppo molli né troppo dure). Queste sono le feci ideali, ed è un segno che il tuo gatto non ha problemi a defecare. Le feci sane sono marrone scuro, ma non troppo. Un colore nerastro può indicare la presenza di sangue. Feci di colore eccessivamente chiaro possono essere tra i sintomi di una condizione più seria come un'ostruzione del dotto biliare, chiamata anche colestasi, come riporta il sito Amoreaquattrozampe.it.

Feci piccole e dure sono considerate anomale e non sane perché possono essere un segno di costipazione. Si tratta di un problema serio per i gatti perché può indicare problemi di salute quali disturbi ortopedici o neurologici, ostruzione del colon causata da un corpo estraneo, tumore o ernia, o ancora megacolon, come riferisce il sito MondoPets. Secondo il sito Amoreaquattrozampe.it, una delle cause principali è la disidratazione. Se le feci del tuo gatto sono piccole e simili a palline dure, rivolgiti al veterinario.

Gatto grigio che dorme sul bordo di un divano in pelle marrone.

Presta attenzione anche a feci molli o semiliquide e non formate. La diarrea nel gatto è causata da una serie di fattori, da infezioni virali a parassiti intestinali e intolleranze alimentari. A uno sguardo distratto, si potrebbero confondere feci liquide e urina. Presta attenzione a quello che raccogli dalla lettiera o usa un paio di guanti monouso per verificarne la consistenza.

Non c'è motivo di allarmarsi in caso di caratteristiche insolite, ma occorre un'osservazione attenta. VetOnline24 ricorda che stress, ansia o eccitazione possono causare disturbi gastrointestinali e diarrea al gatto. Per molti gatti una situazione molto stressante potrebbe essere anche una semplice visita dal veterinario o un qualsiasi viaggio fuori porta. Il problema dovrebbe risolversi da solo in poche ore, ma se invece si protrae oltre le 24 ore e le feci hanno una consistenza particolarmente anomala è opportuno rivolgersi direttamente a un veterinario. È meglio non correre rischi.


Preparare un campione di feci del gatto

In occasione di ogni visita di controllo annuale, il veterinario ti chiederà un campione di feci per svolgere analisi di laboratorio. La cosa migliore è raccogliere i campioni in appositi contenitori di plastica che ti verranno forniti dall'ambulatorio veterinario. Puoi procurarti un contenitore presso lo studio prima dell'appuntamento, acquistarne uno online o presso un negozio per animali. Ricorda che il laboratorio avrà bisogno di un campione fresco, quindi è importante raccoglierlo dalla lettiera il giorno in cui lo consegnerai al veterinario. Una volta chiuso il campione nell'apposito contenitore in plastica, se possibile tienilo in frigo e non dimenticare di annotare data e ora di raccolta in modo che il veterinario disponga di informazioni accurate.

Più gatti, più controlli

Se hai più di un gatto, non dovrai necessariamente raccogliere un campione da ogni singolo animale, a meno che non sia il veterinario a chiedertelo espressamente. Se però trovi del sangue nelle feci, probabilmente dovrai fare la guardia alla lettiera per scoprire quale gatto potrebbe avere un problema di salute. Naturalmente, se un gatto è malato anche gli altri potrebbero esserlo. Se noti un problema serio con un gatto, prova a isolarlo con una lettiera solo per lui fino a quando lo porterai dal veterinario.

Che tu ci creda o no, le feci di un gatto possono dirti molto sul suo benessere. Inserendo un controllo delle feci nella pulizia quotidiana della lettiera, potrai aiutarlo a restare in perfetta forma e fornirgli un ambiente sano e pulito.


Autrice

Christine O'Brien

Christine O'Brien

Christine O'Brien, scrittrice e mamma, da molti anni vive con due gatti Blu di Russia che dominano la sua casa. I suoi articoli sono stati pubblicati su Care.com, What to Expect e Fit Pregnancy, dove scrive di animali domestici, gravidanza e vita familiare. Cercala e seguila su Instagram e Twitter @brovelliobrien.

 

Controllato e corretto dal Dottor Hein Meyer, DVM, PhD, Dipl-ECVIM-CA, e dalla Dottoressa Emma Milne